venerdì 8 marzo 2013

La pila


Da qualche mese sta accanto allo schermo del PC; è in equilibrio sempre più precario; oscilla mentre scrivo, getta anche ombra sulla tastiera.
È “ la pila”.
Si è formata come per stratificazioni geologiche, nel breve tempo di qualche mese.
E’ composta da 54 CD. Alla base un doppio dei Doors, Population II di Randy Holden e un Live dell’Art Ensemble of Chicago. In cima Bassholes, i Monster Magnet di Superjudge e Nick Cave.
Qualche nome a caso nel mezzo: Museo Rosenbach, Motorhead, John Lee Hooker, The Heliocentric Worlds of Sun Ra. Poi Sonics, Suicide, Barracudas, Joy Division…
Da quando è così imponente mi mette un po’ di soggezione. E’ una strana creatura: così precaria, così cosmopolita, così eterogenea. Se ne sta sempre in silenzio, pur contenendo decine di ore di musica. Personifica un po’ lo spazio stesso della musica “vecchia maniera”. Uno spazio fisico, tridimensionale. Ingombrante.
Mentre batto sulla tastiera, sembra annuire.
Un totem.

9 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Mi piace la metafora del totem..
Quanta bella musica, comunque. Mi raccomando togli i Doors, potrebbero schiacciarsi, non sono gli ultimi!

m4ry ha detto...

Un gran bel totem direi...

kermitilrospo ha detto...

ottima anche come sismografo!

allelimo ha detto...

eh ma che schifo, è tutta plastica della qualità sbagliata...
neanche un 7" in vinile?
:)

Viktor ha detto...

Se vuoi ti faccio conoscere la mia di Pila, così poi le facciamo incontrare e vediamo che succede. La mia comprende anche vinili, libri, fumetti, blu-ray, riviste...
Esattamente che cosa giace là sotto dei Doors? E soprattutto, come nasce la tua Pila? Roba nuova da ascoltare, roba vecchia da riascoltare, roba da recensire, roba comprata, regalata?...Insomma, che ci fa sulla tua scrivania?

Elle ha detto...

Anche io ne ho uno (purtroppo uno solo), mi piace molto la musica vecchia maniera, quella sudata: ancora oggi mi emoziona conservare qualche soldo per farmi un regalo da toccare con mano :)

Evil Monkeys ha detto...

Ragazzi, la verità è che bisogna che faccia un po' d'ordine. E magari un salto all'Ikea. Perchè di fatto ho finito gli scaffali. Ecco il perchè della pila. Ne stanno già spuntando altre due accanto alla tastiera dall'altro lato...
Per la gioia di Alle tutti CD, neanche un 45 giri! (ne avrò al massimo una 15, non li ho mai sopportati..).
I Doors stanno sotto perchè è un doppio CD, confezione grande, un po' retrò; compilation di inediti, roba mica poi esaltante ( a parte Rock id Dead, quella non è male...). Il vero problema sarà estrarre dalla pila The Heliocentric World of Sun Ra che, credo di non avere mai ascoltato... Rimedieremo?
Però già a due giorni di distanza dalla foto il vertice è cambiato; è chiaro che la cima è il settore più mobile... ora ci sono tali Lucifer, poi Monster Magnet e Fresh Air...
Spero vivamente non serva come sismografo. Qui abbiamo già dato...))

La firma cangiante ha detto...

Bellissima la tua pila :)

La mia è composta più che altro di cose da leggere. Proprio oggi ho deciso di dare un taglio a diverse serie a fumetti che seguivo. Più che un salto all'Ikea a me servirebbe una stanza in più dedicata alla carta :)

Blackswan ha detto...

Ecco, le pigne. La mia casa ne è piena.In ogni angolo. Sono il mio calendario, il "totem" che racconta i miei giorni e la mia vita, la divinità a cui chiedere lumi,il casino che mette ordine nella mia testa, la mia polverosa gioia :)

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...