giovedì 25 ottobre 2012

Look this Blues – Immagini dal catalogo Delmark (1962 - 2002)


Se mi chiedete cosa sia il Blues, io non posso rispondervi.
Dovete chiederlo a Son House, Robert Johnson, Lightnin' Hopkins; e tanti altri…

Well, some people tell em that the worried
blues ain't bad
Worst old feelin I most
ever had
some people tell me that these
old worried, old blues ain't bad
Its the worst old feelin,
I most ever had

Robert Johnson - Walking Blues (1936)


Now I met the blues this morning, walking just like a man
Oh, walking just like a man
I said good morning blues, now give me you right hand
Now there aint nothing now baby, Lord that's gon' worry my mind
Oh, Lord that's gon' worry my mind
I'm satisfied I got the longest line
I got to stay on the job,I aint got no time to lose
Yeah, I aint got no time to lose
I swear to God, I got to preach these gospel blues

Son House - Preachin' Blues (1930)



Lightnin' Hopkins – Blues is a Feeling (1962)

Ma se mi chiedete un modo per vedere il blues, qui, ora, davanti allo schermo di un computer, in tutto il freddo di questa Età Informatica, allora una risposta ce l’ho.
Sta tutta dentro le copertine del catalogo Delmark, etichetta “indipendente” ormai storica del più puro sound dell’Illinois tra blues urbano e jazz di frontiera. Una serie di fotografie, spesso non originali o esculsive, ma scelte con cura tra i migliori scatti di un’epoca, in grado, da soli, di veicolare un’emozione, un sound, un giro di 12 battute.
Antipasto per immagini a succosi contenuti musicali.

Rif.: http://www.delmark.com/


Sleepy John Estes
The Legend of...
Delmark DE-603




Curtis Jones
Lonesome Bedroom Blues
Delmark DD-605




Yank Rachell's Tennessee Jug-Busters
Mandolin Blues
Delmark DD-606




Sleepy John Estes
Broke and Hungry
Delmark DD-608




Junior Wells
Hoodoo Man Blues
Delmark DD-612




Arthur "Big Boy" Crudup
Look On Yonder's Wall
Delmark DE-614




Carey Bell
Blues Harp
Delmark DE-622




Luther Allison
Love Me Mama
Delmark DD-625




Various Artist
Blues Piano Orgy
Delmark DE-626




Big Joe Williams
Nine String Guitar Blues
Delmark DD-627




Mighty Joe Young
Blues With A Touch Of Soul
Delmark DD-629




Otis Rush
Cold Day In Hell
Delmark DE-638




Dink Johnson
The New Low Down
Delmark DE 232




Willie Kent
Ain't It Nice
Delmark DD-653




Byther Smith
All Night Long
Delmark DE-708




Willie Kent
Long Way To Ol' Miss
Delmark DE-696




Eddy Clearwater
Boogie My Blues Away
Delmark DE-678



Lurrie Bell
Kiss of Sweet Blues
Delmark DE-724




 

Little Arthur Duncan
Singin' With The Sun
Delmark DE-733




Jimmy Burns
Night Time Again
Delmark DE-730




Mad Dog Lester Davenport
I Smell A Rat
Delmark DG-763



6 commenti:

Bartolo Federico ha detto...

il blues è come attraversare quei cortiletti senza luna. giù, giù, in fondo alla notte.

La firma cangiante ha detto...

Belle, questo link lo spedisco a mio fratello.

allelimo ha detto...

Quando lo scopri, il blues è bello per i primi tre dischi.
Poi diventa irrimediabilmente noioso, sia suonarlo che ascoltarlo.

mr.Hyde ha detto...

Bellissima carrellata - siamo al blues elettrico: il City blues e il Chicago blues, il passo successivo al Country-blues di cui parlo nel mio post..Con Wells e Rush, Spann suona Buddy Guy che ha 'svezzato' E.Clapton, J.Page, J.Bruce e altri.

Evil Monkeys ha detto...

@alle mah, io ho ascoltato solo blues per un paio d'anni in passato e ho sentito tanta buona musica; poi, certo, è una struttura musicale piuttosto chiusa e per molto tempo restia alle contaminazioni: capisco il tuo punto di vista, qualche volta ho pensato la stessa cosa, anche riguardo al Rock

@hyde: yesss la Delmark è puro blues elettrico anni '60

randi ha detto...

il Blues sarà anche, in parte, ripetitivo ma quant'anima !

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...